Detenzione e spaccio di droga: arrestato un 26enne canosino

Operazione della Polizia di Stato: sequestrata cocaina e materiale per il confezionamento

E’ stato arrestato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio un 26enne canosino, già gravato da precedenti specifici, dopo un tentativo di fuga e la successiva perquisizione nella propria abitazione da parte della Polizia di Stato. Si tratta di Gerardo Quagliarella, bloccato dagli agenti del Commissariato di P.S. giovedì scorso.

Si tratta del terzo arresto per un reato simile compiuto in questi giorni dalla Polizia di Stato a Canosa e si colloca nella precisa strategia del Piano Operativo Interprovinciale pattuito tra le Questure di Bari e Foggia, che contempla tra i suoi obiettivi anche la repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti nel territorio. Giovedì, dunque, durante un servizio di controllo straordinario del territorio, i poliziotti unitamente agli uomini della Squadra Mobile della Questura di Bari, coadiuvati da personale dei Reparti Prevenzione Crimine, hanno colto il giovane mentre spacciava dosi di cocaina.

Nonostante il suo tentativo di fuga, gli agenti hanno immediatamente bloccato e arrestato il 26enne; la successiva perquisizione presso la sua abitazione, eseguita anche con il supporto dell’unità cinofila antidroga, ha permesso di rinvenire, ben occultate all’interno del forno da cucina, 5 dosi di cocaina per un peso pari a pari a 3 grammi ed il materiale utile per il loro confezionamento. Il giovane, dopo le formalità di rito, su disposizione del P.M. della Procura della Repubblica di Trani è stato associato presso la Casa Circondariale di Trani a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.