Musei e siti archeologici aperti fino a tarda sera a Canosa

Musei e siti archeologici aperti fino a tarda sera a Canosa

Accadrà il 19 maggio per “La notte dei musei”

Ripercorrere la millenaria storia dell’antico capoluogo di Puglia, Canusium, di notte, visitando i suoi musei e passeggiando lungo i suoi itinerari archeologici. Sarà possibile il 19 maggio prossimo, in occasione della XIV edizione de “La notte dei musei”, iniziativa del ministero dei Beni culturali, in collaborazione, a Canosa di Puglia, con la cooperativa OmniArte e la fondazione archeologica canosina.

Per l’occasione, fra le 20 e le 22, si potranno visitare il museo archeologico di Palazzo Sinesi, che è sede del Polo Museale della Puglia, incluse le mostre che ospita, la Concattedrale di San Sabino e si potrà percorrere l’itinerario archeologico canosino. Il raduno è presso il Museo dei Vescovi, che ospita l’appartamento storico dedicato all’arcivescovo Francesco Minerva e il tesoro artistico della cattedrale di San Sabino, oltre ai i reperti provenienti dagli scavi delle basiliche paleocristiane del VI secolo d.C; la seconda tappa è il museo archeologico di Palazzo Sinesi, che ospita la collezione Varrese, del IV secolo a.C., composta da oltre 450 reperti, fra cui i famosi vasi policromi plastici; da lì ci si sposterà nella concattedrale San Sabino, risalente al VI secolo d.C., la più antica cattedrale di Puglia, custode del prestigioso pulpito di Acceptus e della Cattedra vescovile di Romualdo, opere d’arte del romanico pugliese.

Infine toccherà al museo civico di Palazzo Iliceto, con la sua sezione romana, di capitelli, fregi, epigrafi e la mostra “Tu In daunios”, composta da monili in bronzo, armi da battaglia, monete e reperti coroplastici, in terracotta.