“Cercasi gestore” per il Polivalente: il Comune intanto si mobilita

Utilizzo gratuito per gli operatori parrocchiali, a pagamento gli altri utenti

Cercasi gestore. L’annuncio non è ancora comparso sui quotidiani, ma a Canosa di Puglia la necessità rimane: quella di affidare, quanto prima, la gestione del Polivalente di zona Costantinopoli, sottraendolo all’incuria e restituendo alla città una struttura  sportiva funzionale oltre che un luogo di aggregazione per tanti ragazzi.

Le porte dell’impianto sono chiuse ormai da cinque mesi, esattamente dal 1° gennaio di quest’anno. Da quando cioè, dopo circa 15 anni, la struttura è tornata nelle mani del Comune, che non ha ancora trovato qualcuno che voglia farsi carico della gestione.

L’ultima gara per la concessione, fissata martedì scorso, è andata deserta. Colpa, con tutta probabilità, di condizioni non troppo favorevoli contenute nel bando di gara.

Risultato: polivalente ancora chiuso (almeno per il momento) e di alteti, scarpe da tennis e palloni neanche l’ombra. L’unica presenza costante è quella delle erbacce che, piano piano, stanno spuntando ovunque, restituendo una immagine desolante. Il rischio vero e proprio è che anche i tre campi da gioco (uno da tennis e due polifuzionali) finiscano per non essere più utilizzabili.

Ma a tranquillizzare tutti ci ha già pensato il sindaco Roberto Morra che, dalla sua pagina Facebook, ha annunciato la riapertura (a breve) dell’impianto che, in attesa dell’espletamento di un nuovo bando di gara, sarà gestito in economia diretta e in via straordinaria, dal Comune. L’utilizzo della struttura sarà gratuito per gli operatori parrocchiali e a pagamento per tutti gli altri utenti, secondo le tariffe già applicate dal gestore uscente.

L’altro impegno, preso dal primo cittadino, è quello di arrivare quanto prima al disciplinare di un nuovo bando, che contenga magari condizioni di partecipazione più favorevoli di quello precedente. Nella speranza che all’annuncio “cercasi gestore” questa volta possa rispondere qualcuno.