Primo anniversario della morte di Mons. Calabro il 7 agosto in Cattedrale

Primo anniversario della morte di Mons. Calabro il 7 agosto in Cattedrale

Concelebrazione Eucaristica di suffragio presieduta da Mons. Mansi alle 20

Il 4 agosto dello scorso anno moriva improvvisamente, a causa di un arresto cardiaco, S. E. Mons. Raffaele Calabro, Vescovo Emerito della diocesi di Andria che aveva guidato per oltre 27 anni con totale generosità e abnegazione dopo aver lavorato nel servizio diplomatico della Santa Sede.

I funerali si tennero lunedì 7 agosto nella Chiesa Cattedrale di Andria gremita di fedeli, presieduti da Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari – Bitonto e Presidente della Conferenza Episcopale Pugliese e alla presenza di Mons. Luigi Mansi Vescovo di Andria e di numerosi altri Vescovi della Puglia. Il Sindaco di Andria, Avv. Nicola Giorgino, presente alle esequie con i sindaci di Canosa, Minervino Murge e altre autorità civili, proclamò il lutto cittadino.

Al termine della celebrazione, Mons. Mansi, dopo aver dato lettura del messaggio di cordoglio di Papa Francesco, tracciò il profilo spirituale e pastorale del Vescovo Calabro. «Nel corso della Celebrazione per il suo XXV di episcopato, Mons. Calabro confessò i suoi tre amori: Dio, la Chiesa e la Madonna. Ci piace oggi salutarlo così – affermò Mons. Mansi – e ringraziarlo per la sua testimonianza di vita consumata al servizio di Dio e della sua Chiesa in intima unione con la Vergine Madre. Un dato che caratterizza la sua figura – proseguì il Vescovo di Andria – è la sua ricca cultura che gli permetteva di leggere i tempi con notevole lucidità e profondità… E’ bello inoltre ricordare le 42 ordinazioni presbiterali da lui presiedute e le sei parrocchie che ha istituito con la relativa costruzione delle chiese che oggi sono veri gioielli di cui la Chiesa Diocesana è davvero orgogliosa. Segno della sua attenzione al crescere delle città e alle relative nuove esigenze della crescente popolazione e alla pastorale vocazionale. Come pure di rilievo è stata la completa riorganizzazione degli uffici di Curia nonché la crescita del senso di responsabilità nel laicato attraverso le diverse proposte di una solida formazione teologica. Riposa in pace – ebbe a concludere il Vescovo Mansi – caro fratello Raffaele. Ci piace pensare oggi rivolte a te le parole evangeliche: vieni, servo buono e fedele entra nella gioia del tuo Signore».

A distanza di un anno, nel primo Anniversario della morte di Mons. Calabro, la comunità diocesana si ritroverà martedì 7 agosto alle 20.00 presso la Chiesa Cattedrale di Andria per partecipare alla Concelebrazione Eucaristica di suffragio, presieduta dal Vescovo Mons. Luigi Mansi.