Scoperta “officina” delle armi in via Varrone: arrestato 40enne incensurato

L’uomo custodiva nella sua abitazione anche armi da taglio e cocaina

I poliziotti del Commissariato di Canosa nei giorni scorsi hanno tratto in arresto il 40enne Luigi Liuzzi per detenzione di armi modificate illegalmente e di sostanze stupefacenti.

Durante la perquisizione effettuata in un sottano in via Varrone, allestito apparentemente come bottega da falegname, è stata scoperta un’officina completa di strumentazione per alterare armi giocattolo in modo tale da renderle in grado di sparare. Rinvenute e sequestrate 3 armi corte già modificate, numerosi pezzi utilizzabili per modificare altre armi, 50 cartucce, pistole ad aria compressa maggiorate oltre la potenza consentita, un tornio artigianale per bucare il metallo, un tubo balistico ed un angolo con bersaglio per provare l’arma. Sono in corso accertamenti per verificare se le armi siano state utilizzate in eventuali conflitti a fuoco.

L’uomo, inoltre, custodiva numerose armi da taglio, tra cui alcuni maceti, e balestre e all’interno di una cassaforte, nascondeva anche 50 grammi di cocaina pura. Il 40enne si trova ora ristretto nel carcere di Trani.