Fabbricava illecitamente ordigni esplosivi: arrestato commerciante

Operazione di Polizia e degli Artificieri. Sequestrati 550 kg di materiale esplodente

Gli agenti del Commissariato di Canosa di Puglia assieme agli Artificieri di Bari, dopo un’attenta ispezione all’interno di un esercizio commerciale, hanno rinvenuto e sequestrato materiale pirotecnico la cui vendita non è consentita senza particolari autorizzazioni. In manette è finito Cosimo Damiano Serra proprietario dell’attività al quale è stata contestata la fabbricazione illecita di materiale esplodente.

Gli accertamenti effettuati dagli agenti hanno consentito di individuare un box, all’interno di un capannone ubicato nella zona industriale, in cui l’uomo aveva allestito una vera e propria officina abusiva, priva delle condizioni di sicurezza, utilizzata per produrre ordigni esplosivi.

Durante l’operazione sono stati sequestrati manuali per utilizzare le diverse polveri con dosaggi di ogni composto chimico, attivatori elettrici e precursori chimici necessari a realizzare la miscela esplosiva. Sequestrate inoltre centinaia di bombe carta. I prodotti sarebbero stati destinati alla vendita per fini pirotecnici ma gli investigatori hanno avviato indagini per verificare se possano essere stati utilizzati o destinati ad altre attività illecite.

Complessivamente, gli artificieri della Questura di Bari hanno rinvenuto e sequestrato 550 kg di materiale esplodente, di cui 250 kg netti di polvere pirica. L’area è stata posta in sicurezza, mentre il proprietario dell’attività è stato tradotto nel carcere di Trani.