L’assessore alle Politiche Sociali, Marcella De Mitri, interviene sugli asili nido

L’assessore alle Politiche Sociali, Marcella De Mitri, interviene sugli asili nido

«A breve le graduatorie propedeutiche all’erogazione del servizio»

In merito alla questione asili nido, interviene l’assessore alle Politiche Sociali, Marcella De Mitri.

«Voglio assolutamente tranquillizzare le mamme dei bimbi fruitori dell’asilo nido – spiega l’assessore alle Politiche Sociali, marcella De Mitri – a brevissimo saranno pubblicate le graduatorie propedeutiche all’erogazione del servizio. La volontà dell’Amministrazione di dare un servizio ai sessanta bimbi che possono usufruire delle strutture non è mai venuta meno. Intanto occorre spiegare che il Ministero finanzia il servizio attraverso il PAC, che ad oggi è in esaurimento e dunque ci siamo trovati nella necessità di dover ricorrere ai residui che purtroppo non coprono l’intera annualità per i sessanta posti previsti. Stiamo percorrendo tutte le strade possibili affinché si possano reperire le risorse necessarie ad assicurare il servizio per l’intero anno scolastico all’interno del bilancio del Piano di Zona.

A ciò si aggiungono l’avvicendamento dei dirigenti e la mancanza di personale.

E’ altresì ovvio che il nostro bilancio comunale non può accollarsi un costo di 500.000,00 euro pari ad oltre 8.000,00 euro annui per ciascuno dei sessanta bimbi fruitori del servizio e siamo in attesa di capire in che modo Ministero e Regione intenderanno contribuire al servizio per i prossimi anni.

E’ altrettanto chiaro che la nostra Amministrazione ritiene che gli asili nido siano un servizio indispensabile per tutte le mamme lavoratrici e per questo ci siamo prodigati affinché le due strutture fossero finalmente aperte dopo svariati anni di lungaggini burocratiche che hanno causato incuria e degrado. Per quel che è nelle nostre possibilità – conclude l’assessore alle Politiche Sociali – solleciteremo gli Enti preposti affinché nei prossimi anni il servizio possa essere erogato anche se con modalità diverse».