Cocaina nelle mutande: la Polizia arresta un pregiudicato di Canosa di Puglia

Cocaina nelle mutande: la Polizia arresta un pregiudicato di Canosa di Puglia

Ritrovati negli slip due involucri in cellophane contenenti 16 grammi di stupefacente

Nel primo pomeriggio di ieri, il personale del Reparto Prevenzione Crimine di Vibo Valentia ha tratto in arresto CAPORALE Francesco, cl.74, pregiudicato di Canosa di Puglia per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, alle ore 14.00, nel transitare in una via del centro cittadino di Cerignola, una pattuglia ha incrociato un’autovettura con due uomini a bordo che, alla loro vista, hanno cercato di allontanarsi velocemente per eludere il controllo. La stessa, dopo un breve inseguimento, è stata fermata sulla strada che da Cerignola conduce a Canosa di Puglia. I due uomini, entrambi pregiudicati, sono stati sottoposti a perquisizione sul posto. Negli slip indossati dal CAPORALE sono stati ritrovati due involucri in cellophane contenenti 16 grammi di cocaina, mentre nell’autovettura, di proprietà del CAPORALE, è stato trovato un coltellino tascabile. La perquisizione, pertanto, è stata estesa alle abitazioni dei due soggetti e, nell’abitazione del CAPORALE, precisamente nel cassone della tapparella della camera da letto, sono stati ritrovati tre pezzi di hashish del peso complessivo di 73 grammi.

Pertanto, il CAPORALE, peraltro sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora in Canosa di Puglia, è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e segnalato per l’aggravamento della misura cautelare cui si trovava sottoposto, e condotto presso la Casa Circondariale di Foggia, come disposto dal P.M. di turno.