Home Attualità Junior Cally a Sanremo, la Fidapa: «Inaccettabile»

Junior Cally a Sanremo, la Fidapa: «Inaccettabile»

La nota di sostegno alla Presidente Nazionale Maria Concetta Oliveri

La FIDAPA Canosa congiuntamente alle altre sezioni del distretto Sud Est ha promosso e sostenuto l’azione della Presidente Nazionale Maria Concetta Oliveri in merito ad una notizia diffusa dal conduttore Amadeus durante la messa in onda del programma “I soliti ignoti”: «Junior Cally è uno dei Big in gara a Sanremo».

Una scelta inaccettabile, quella del direttore  artistico del 70°anniversario del Festival della Musica Italiana, ricaduta sul rapper mascherato noto per i contenuti violenti e sessisti di alcune sue canzoni.

A far sentire la sua voce e la voce delle undicimila socie fidapine, è stata la Presidente Oliveri con una lettera indirizzata al Sen. Alberto Barachini della Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi:

«Chiediamo di sensibilizzare la RAI ad evitare l’esibizione di Junior Cally dal palco del teatro Ariston di Sanremo. Tale richiesta è motivata dalla totale mancanza di rispetto del cantante nei confronti delle donne, che ha toccato l’apice con il brano “Strega” in cui parla di un femminicidio di una giovane donna preceduto da parole su uno squallido rapporto sessuale (riportiamo solo un verso : “Questa non sa cosa dice. Porca tro*a, quanto ca**o chiacchera? L’ho ammazzata, le ho strappato la borsa. C’ho rivestito la maschera”) e senza mai prendere le distanze dal triste fenomeno dei femminicidi o condannandoli. Leggendo i suoi testi si nota che costantemente nei brani cantati descrive la donna come un mero oggetto».

«È vergognoso il linguaggio usato da questo “essere” che viene definito cantante big” continua la Presidente della FIDAPA Canosa, dott.ssa Carmelinda LombardiDi grande ci vedo solo la disumanità e la violenza nonchè la più assoluta aberrazione dell’essere umano. La nostra Federazione – evidenzia la dott.ssa Lombardi – non poteva rimanere in silenzio e non lo farà mai».

«Auspichiamo – conclude la Presidente nazionale – che anche il direttore artistico e conduttore del Festival, Amadeus, comprenda che non è moralmente accettabile che sul palcoscenico della più importante manifestazione canora del nostro Paese, in diretta televisiva sulla rete ammiraglia della RAI, si esibisca una persona dai comportamenti così discutibili come il cantante Junior Cally».

Exit mobile version