Tempo di conferme in casa Canosa Calcio. Un canosino “verace” con un grande senso d’appartenenza e rispetto per la gloriosa, storica ed ambita maglia del Canosa 1948:
Iliando Ujka, classe 2000, centrale difensivo ex giovanili della Fidelis Andria e dell’Audace Cerignola, dalla scorsa stagione con la maglia del “Grifone” collezionando 23 presenze ed una rete, niente male per un “under”. Queste le sue dichiarazioni dopo la riconferma:

«Scegliere di restare al Canosa Calcio 1948 è stato davvero molto semplice per me. Ho deciso di rimettermi in gioco qui, ben conscio che la strada intrapresa durante la passata stagione, sia concretamente quella più giusta. Ho voglia di continuare a migliorarmi e penso che una piazza come Canosa sia l’ideale per perseguire questo mio obiettivo sì personale, ma a totale disposizione del gruppo. Ringrazio il presidente Tedeschi e l’intera dirigenza per la nuova possibilità concessami, sperando di poter ottenere grandi risultati nel più breve tempo possibile. Sudore, sacrificio e dedizione, saranno i miei tre leitmotiv quotidiani, le premesse ci son tutte per fare bene, ora testa bassa e pedalare! Per me stesso, per la città, per la maglia, per i colori rossoblu».

L’altra riconferma è l’esterno offensivo Davide Zambetta, classe 1999. Passato importante per lui, dopo il settore giovanile dell’AS Bari, e le esperienze in categorie superiori tra USD Corato Calcio e Vigor Trani Calcio entrambe in Eccellenza. Proprio con la maglia biancazzurra, nella stagione 2017/18 (con in panchina il mister Davide Papagni) conquista la “Coppa Italia d’Eccellenza” pugliese, contro il quotato US Città di Fasano, arrivando a conquistare anche la finale della Coppa Italia d’Eccellenza Nazionale. Giunto al Canosa lo scorso dicembre, Zambetta colleziona 11 presenze “condite” da 3 marcature con anche diversi assist. Queste le sue dichiarazioni dopo la riconferma:

«Sono veramente contento di poter proseguire la mia carriera con l’ASD Canosa 1948, ho accettato con immenso entusiasmo e desiderio, la proposta effettuata dall’entourage dirigenziale per rimanere qui. Una società seria come poche, composta da persone eccezionali e soprattutto con grandi ambizioni, voglia di costruire e crescere gradatamente nel migliore dei modi. Spero con grande volontà, di realizzare insieme a tutta la mia squadra, il nostro obiettivo prefissato. Grazie di tutto Canosa!».