In questo periodo è sempre più complesso raggiungere o partire da Canosa a causa di una viabilità stradale sempre più compromessa. Ai noti e complessi lavori che stanno interessando la ex SP231 tra Andria e la borgata di Montegrosso in entrambe le direzioni, si aggiunge la parziale chiusura del casello autostradale di Canosa e di un ampio tratto dell’A14 nelle giornate di ieri ed oggi. Ma andiamo con ordine.

E’ comunicazione di due giorni fa, infatti, da parte di Autostrade per l’Italia, la proroga della precedente ordinanza di fine novembre che prosegue nella chiusura del casello di Canosa in entrata verso Pescara ed in uscita provenendo da Bari fino a mercoledì 23 dicembre alle ore 19. Alla base della decisione c’è un problema che sembra esser piuttosto importante: sono necessari ulteriori approfondimenti tecnici, infatti, sul cavalcavia di svincolo in corrispondenza della stazione di Canosa. Sembrerebbe che quel ponte abbia problemi di staticità per cui è necessario comprendere effettivamente come sia necessario operare. Autostrade per l’Italia consiglia l’entrata di Cerignola Est per chi da Canosa è diretto verso Pescara e quella di Cerignola Ovest per chi è diretto in A16. Provenendo da Bari l’uscita alternativa è quella della stazione di Andria. Ieri ed oggi, inoltre, è chiuso sia il tratto Canosa-Andria verso Bari oltre al tratto Andria-Cerignola Est verso Pescara.

Un grave problema questo se sommato alle note difficoltà che si stanno riscontrando con la completa chiusura delle carreggiate della SP2 che collega Canosa ad Andria e dunque a Bari. Proseguono infatti i lavori di ammodernamento che andranno avanti almeno per altri otto mesi, vista la proroga accordata dalla Provincia BAT, ma le deviazioni interessano strade secondarie cosiddette rurali su cui ormai transitano sia i mezzi pesanti che i bus oltre alle auto private ed i mezzi agricoli. Tra strade strette, buche ed illuminazione muoversi verso o da Canosa è divenuto molto complesso su questa direttrice. Unica strada completamente percorribile per giungere in città è la Strada Statale 93 che sulla direttrice di Barletta. Le difficoltà viarie per la città di Canosa, in realtà, interessano soprattutto in questo periodo gli spostamenti per lavoro oltre che i mezzi di soccorso ed i trasporti extra urbani. Urge un piano d’emergenza per venir fuori da una situazione che potrebbe prorogarsi ancora per diversi mesi.