«Questa volta le gelate che hanno colpito la Bat, forse, non diventeranno, come è successo in passato, solo una montagna di carte ghiacciate che hanno avuto solo l’effetto di una doccia fredda per tutti gli agricoltori che per anni si sono dovuti piangere da soli di danni della neve di primavera. L’agricoltura per la Bat significa sviluppo a 360 gradi, per questo ho subito interessato l’Assessorato all’Agricoltura perché non perdesse tempo.

«Apprezzo, perciò, la tempestività con la quale l’Agricoltura, Donato Pentassuglia, ha accettato il mio invito e nel primo pomeriggio di oggi è venuto nel nostro territorio, a Loconia in modo particolare, per rendersi conto dei danni provocati dalle gelate dell’8 e 9 aprile scorsi che con ogni probabilità hanno per sempre distrutto il raccolto di molti alberi da frutto e viti. All’incontro ha partecipato anche una delegazione di agricoltori che nonostante l’esasperazione hanno saputo usare toni pacati e speranzosi nei confronti di Politiche agricole regionali che spesso, in passato, non si sono mostrate all’altezza della situazione. L’assessore Pentassuglia ha assicurato che al più presto preparerà una delibera di giunta con la quale chiedere lo stato di calamità. Per questo ha assicurato che gli uffici regionali sono già al lavoro per quantificare i danni, per verificare l’entità e le percentuali. E’ chiaro che anche gli uffici comunali dovranno fare la loro parte per velocizzare le pratiche, mentre gli agricoltori da parte loro hanno garantito tutta la loro disponibilità. Pentassuglia ha assicurato che cercherà di reperire quante più risorse possibile sia attraverso il PSR, ma anche nelle pieghe del Bilancio regionale, in quest’ultima ipotesi assicuro fin da adesso tutto il nostro supporto e sostegno».