La Regione Puglia, nell’ambito della valorizzazione dei musei e delle attività connesse per la conoscenza del patrimonio culturale diffuso sul territorio pugliese, si pone l’obiettivo generale di coinvolgere un pubblico il più ampio possibile per avvicinarlo all’uso consapevole, alla fruizione e alla conoscenza dei beni culturali, degli istituti e dei luoghi della cultura, con specifico riferimento ai Musei, attraverso la realizzazione di progetti ed iniziative dedicati. Da un’idea di “Mira” e “Piccola Compagnia Impertinente”, realtà associative specializzate nel settore culturale, “Dauni Story”, nato con il  progetto “Viaggio con la Storia” e finanziato con il bando Custodiamo la Cultura in Puglia” del Teatro Pubblico Pugliese, vuole congiungere le istituzioni culturali della Regione Puglia, con l’ambizione di creare una solida sinergia sui territori capace di offrire, ad un particolare target di fruitori, ovvero i bambini e i ragazzi dai 7 agli 11 anni e alle rispettive famiglie, l’occasione di poter conoscere in modo attivo e partecipato, il patrimonio culturale. “Dauni Story” diventa dunque un percorso culturale regionale con attività per le scuole e per le famiglie alla scoperta della storia e dell’archeologia.

Dal Museo Archeologico Herma di Ordona, la storia dei dauni intraprende un viaggio lungo tutta la Puglia: Museo Castromediano di Lecce, Museo Archeologico Ribezzo di Brindisi, Museo Nazionale Archeologico Marta di Taranto e la Community Library della Regione Puglia dell’Istituto Comprensivo “Foscolo Lomanto” di Canosa di Puglia.  I bambini vivranno non solo esperienze laboratoriali di archeologia con esperte archeologhe, ma saranno calati in un momento interattivo in “real time”, in cui potranno interagire con i personaggi dauni, dal guerriero, al re e alla principessa. La vera innovazione è lì, nella capacità di aggregazione e di connessione tra musei, territori e attori che operano nell’ambito culturale. È una rete vissuta come sistema di relazioni da attivare nello svolgimento del quotidiano museale, didattico ed artistico, in grado di intrecciare non solo saperi e modalità di comunicazione diverse ma anche territori ed ambienti con bambini e ragazzi. «I laboratori dedicati ai ragazzi sono il segno tangibile di quello che è oggi un museo – spiega la direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Taranto, Eva Degli Innocenti – cioè un luogo in cui creare consapevolezza dei luoghi in cui si abita, e quindi delle nostre radici, un attivatore di cittadinanza attiva. Ecco perché la sala V del Marta è una di quelle più rappresentative dei processi evolutivi delle civiltà, tra cui quella dei Dauni, così importante per la storia della Puglia antica».

Nella giornata di domani, giovedì 21 ottobre 2021, “Dauni Story” farà tappa a Canosa Di Puglia e più precisamente all’interno della “Community Library” dell’Istituto Comprensivo “Foscolo Lomanto” dalle ore 9,00 alle ore 13,00. «Una possibilità unica data agli alunni del nostro Istituto, quello di rivivere la storia attraverso il teatro. Diventare attori inconsapevoli di un periodo storico, quello daunio, è per questi alunni – spiega il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Foscolo Lomanto” di Canosa prof.ssa Nadia Landolfi – un’esperienza irripetibile. Il palcoscenico ospitante sarà una “Biblioteca di Comunità” realizzata in una zona periferica del nostro comune, attraverso interventi di riqualificazione di centri culturali».