Home Attualità Fondazione Archeologica Canosina, acquisita estensione di un ettaro nell’area di San Pietro

Fondazione Archeologica Canosina, acquisita estensione di un ettaro nell’area di San Pietro

Permetterà la realizzazione di un parco pubblico-privato

La Fondazione Archeologica Canosina, nella giornata di oggi 30 dicembre, ha contribuito a scrivere una tra le più belle pagine della storia di Canosa Di Puglia, acquisendo a titolo non oneroso l’estensione di circa un ettaro nell’area archeologica di San Pietro.
Si tratta dell’area che è parte del complesso episcopale con la Chiesa di San Pietro, sede dell’antica cattedrale di Canosa nonché luogo della sepoltura del vescovo Sabino. Il grande tempio è collegato da un corridoio alle stanze dell’episcopio, pavimentate con le piastrelle del vescovo che portano marchiato il logo di fabbrica Savinus, senza dimenticare le formelle raffiguranti i simboli cristiani del pesce, del pavone, della croce ove si trovano tra l’altro tombe riccamente mosaicate con tessere vitree.
Questa acquisizione permetterà la realizzazione di un fantastico parco pubblico-privato: infatti, oltre alla Fac anche la Cattedrale di San Sabino dispone di un’ulteriore estensione a valle fino alla via Murgetta. Si attende ora l’intervento del comune in relazione all’acquisizione di un’area residua che completerebbe il parco.
Exit mobile version