«La notte di Capodanno una bomba carta ha danneggiato una vetrata di accesso ai laboratori del Centro Ricerche della Farmalabor, l’azienda farmaceutica il cui titolare è il nostro presidente dott. Sergio Fontana. Sono in corso delle indagini per chiarire ciò che è accaduto, un atto che ci sgomenta ma che non ci rassegna». A scriverlo in una nota sulla propria pagina Facebook è la Fondazione Archeologica Canosina.

«La lotta che il nostro presidente quotidianamente persegue contro tutte le manifestazioni di violenza personali o comunitarie – spiegano dalla Fac – trova sempre più consenso nel territorio basta osservare le tante manifestazioni di solidarietà giunte. La speranza è che sia stata una bravata e non un atto violento, ciò non toglie che questi atti non vanno sottovalutati contrastando il tutto con strumenti atti a riportare la serenità nella nostra comunità. La Fondazione Archeologica Canosina è al fianco del proprio presidente nella lotta contro ogni forma di violenza».