Avrà luogo nelle giornate del 20, 21 e 22 maggio “L’antica fiera del bestiame” meglio conosciuta come “Fiera di Costantinopoli” dal nome dell’omonima zona dal quale avrà inizio la manifestazione equestre, senza dimenticare i risvolti popolari e contadini che iniziative di questo genere avranno modo di mettere in mostra.

L’evento, promosso dal Comune di Canosa di Puglia in collaborazione con la Pro Loco e l’Associazione Sportiva Equestre Canosina avrà inizio venerdì 20 maggio a partire dalle ore 08,00 con una mostra della civiltà contadina per poi, il sabato seguente, dalle ore 19,00 alle ore 23,00, dedicarsi alla promozione dei prodotti tipici locali con tanto di accompagnamento sulle note della musica popolare. In conclusione, si terrà invece domenica 22 maggio dalle ore 09,00 alle ore 12,00 la tanto attesa manifestazione equestre che da sempre vede la partecipazione di numerose famiglie.

La manifestazione, nel corso dei tre giorni, sarà animata da numerosi eventi tra i quali l’esposizione di animali domestici e di allevamento, mostra di mezzi, attrezzi, utensili e testimonianze varie della civiltà contadina, l’esibizione di un gruppo folkloristico, la vendita di prodotti tipici, il lancio di un pallone aerostatico e varie esibizioni equestri.
Il tutto si svolgerà sul Tratturo Regio di via della Murgetta: negli ultimi decenni l’area era stata abbandonata ed era diventata una discarica abusiva. La riqualificazione è stata possibile grazie al lavoro dell’A.s.e.c 2 in virtù del contributo economico e della collaborazione da parte della Fondazione Archeologica Canosa, dell’associazione “Italia Nostra” e della Pro Loco.
Lo scopo è quindi quello di far rivivere usi e costumi che notevole importanza hanno avuto nella storia della città. Riannodare i fili di questa tradizione servirà, a detta dei più, a rafforzare il senso di appartenenza della comunità, oggi come non mai in piena crisi sociale ed economica. Natura, paesaggistica e tradizioni culturali rappresentano a tutti gli effetti un vero e proprio patrimonio da sfruttare e il ritorno della Fiera di Costantinopoli per Canosa di Puglia non può che essere un’ottima notizia.