E’ tempo di programmazione per il Canosa A5 del presidente Lamonaca neopromossa in Serie A2 al termine di una stagione incredibile culminata con il salto di categoria attraverso i play-off nazionali. Se da una parte nella mente dei tifosi vi è ancora la festa infinita di Salsomaggiore Terme al termine della finale vinta contro lo United Pomezia per 5-2, dall’altra è anche vero che programmare, in vista della prossima stagione, diventa indispensabile. Tanti i fattori che rappresenteranno sicuramente difficoltà maggiori strada facendo, vedi il non aver mai calcato una categoria di questo tipo o la nuova regola che vedrà ogni squadra poter annoverare nella propria rosa un massimo di tre giocatori stranieri. Con un trofeo in più in bacheca, complice anche l’entusiasmo che si respira in città, ripartire da solide basi diventa fondamentale e per quanto la stagione, rispetto ad altre compagini, sia terminata abbondantemente più tardi, il sodalizio ofantino si è rimesso subito a lavoro confermando alla guida dei rossoblù anche per la stagione 2022/2023 il tecnico Domenico Lodispoto autore della cavalcata play-off e quindi della promozione in Serie A2.

L’allenatore ex Salinis Margherita non è nuovo di certo a questi palcoscenici vista l’esperienza maturata proprio alla guida della squadra rosanero con tanto di promozione dalla Serie C1 alla Serie B a da quest’ultima alla Serie A2. Degno di nota anche il raggiungimento delle Final Eight di Coppa Italia nella seconda categoria nazionale come anche i vari obiettivi salvezza centrati. Un curriculum di tutto rispetto quindi per Lodispoto che continuerà quindi la sua avventura all’ombra dell’Ofanto mettendo a disposizione la tanta esperienza maturata che a lungo andare potrebbe risultare determinante. «Restare a Canosa un altro anno era la mia priorità: ringrazio le società che mi hanno cercato – spiega Lodispoto – e che mi inorgoglisce in virtù del lavoro svolto.
Ringrazio il presidente Lamonaca e gli altri dirigenti per la fiducia che hanno mostrato nei miei confronti. Non è stato affatto difficile fare questa scelta: sarà la prima volta di Canosa in A2 e confidiamo nel supporto dei nostri tifosi che sono stati superlativi durante lo scorso campionato. Sarà una stagione diversa, la prima dopo la riforma e noi vogliamo farci trovare pronti, cercando di allestire un roster capace di divertirsi ogni sabato – conclude Lodispoto – in una categoria di assoluto valore».