Con l’adesione al nuovo “Patto dei Sindaci per l’Energia e il Clima”, approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale con deliberazione n.63 del 17 novembre 2022, l’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Malcangio rinnova il “vecchio” Patto dei Sindaci scaduto nel 2020 ed approvato per la prima volta nel 2012 con l’intento di raggiungere obiettivi quali, fra gli altri, razionamento energetico ed utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Entro due anni dalla sottoscrizione del Documento di Impegno per l’adesione al nuovo Patto, i firmatari dovranno approvare il PAESC, il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima al cui interno saranno riportate le azioni da attuare quali fulcro principale delle politiche relative alla transizione energetica. L’adesione al nuovo Patto dei Sindaci per il Clima e l’Ambiente rappresenta condizione necessaria all’accesso di una serie di finanziamenti messi a disposizione dall’Unione Europea al fine di rendere concrete azioni connesse a politiche energetiche, di sviluppo sostenibile ed ambientali. L’incentivo PAESC mette a disposizione 933 mila euro: nello specifico, per le città con popolazione compresa fra 19.000 e 30.000 abitanti come la nostra, la Regione Puglia prevede, per chi procederà alla redazione del piano, un contributo sotto forma di voucher per un totale di 10 mila euro. La redazione del PAESC altro non è quindi che base principale sulla quale poter sviluppare politiche di transizione ecologica che questo Comune intende perseguire.