Un fitto programma di iniziative per tutto il periodo natalizio quello del ”Natale in Archeologia 2022” a Canosa di Puglia (BT), realizzato dall’Ass. amici dell’archeologia con il patrocinio della Fondazione Archeologica Canosina, del Comune di Canosa di Puglia e della Regione Puglia.

Un insieme di eventi per la valorizzazione del patrimonio archeologico, culturale ed enogastronomico della città di Canosa. Perno principale delle iniziative i consolidati itinerari archeologici, politematici e monotematici, strutturati al fine di soddisfare le diversificate esigenze dei visitatori ed offrire un quadro storico completo.

Ogni iniziativa rende possibile la partecipazione al “Presepe Vivente-17° edizione”, manifestazione religiosa e culturale, che vede la partecipazione di oltre 300 figuranti, seguendo un percorso guidato di oltre 300 metri, si ritrovano ad ammirare uno spettacolo così suggestivo da riportarli indietro di 2000 anni, nella Betlemme che ha visto nascere Nostro Signore.

Di seguito, si elencano i percorsi archeologici guidati in calendario:

  • 8-11 dicembre -7-8 gennaio A spasso nel tempo-ore 10.30 e 16.00 

Itinerario alla scoperta delle bellezze archeologiche e delle bontà enogastronomiche. Attraverso un iter millenario si scopriranno i tesori preziosi e tangibili della secolare storia di Canusium visitando: il Museo Archeologico di Palazzo Sinesi, con le raffinate ceramiche funerarie provenienti dalla Tomba Varrese (IV-III sec. a.C.); la Domus romana di Colle Montescupolo, tipico esempio di dimora d’epoca imperiale (I sec.d.C.-I sec. d.C.); il caratteristico Ipogeo Scocchera B (III-II sec. a.C.); il Parco Archeologico di San Giovanni (VI sec. d.C.), importante edificazione paleocristiana; il Mausoleo di Marco Boemondo d’Altavilla (XII sec.), eroe della I Crociata.

 

  • 26-27-28 dicembre: La città degli ipogei-ore 10.30 e 16.00

Itinerario tra antichità e nuove tecnologie. Percorso monotematico alla scoperta di Canosa daunia-ellenistica, un’affascinante esplorazione del sottosuolo della città e dei tesori che nascondeva: gli ipogei e i corredi funerari. Gli ipogei sono le dimore ultraterrene dei “principi dauni”, tombe interamente scavate nel tufo e risalenti al IV-III sec. a.C. Dagli ipogei provengono straordinari vasi, ori, armi, oggi esposti presso il Museo Archeologico Nazionale e il Museo Civico (Palazzo Iliceto). I siti visitabili saranno: gli Ipogei Lagrasta (IV-I sec. a.C.), il più importante complesso funerario di Canusium e dell’intera regione; l’Ipogeo D’Ambra (IV-III sec. a.C.), interamente scavato nell’argilla; l’Ipogeo del Cerbero (III sec. a.C.), il quale presenta l’affresco del mitologico cane a tre teste Cerbero(con videomapping) e l’Ipogeo di Vico San Martino (V-I sec. a.C.), complesso funerario con diverse tipologie di ambienti.

 

  •  29-30 DICEMBRE: Canusium romana-ore 10.30 e 16.00

Tour immerso in uno dei momenti storici più floridi della Città dal punto di vista politico-amministrativo e di conseguenza artistico e culturale, un periodo vissuto da Canosa prima come città autonoma (IV-I sec. a.C.), quindi come Municipium (I sec. a.C. – II sec. d.C.), poi come Colonia (II sec. d.C.) e infine come capoluogo d’Apulia et Calabria (III-V sec.). I siti interessati saranno: il Lapidarium (età imperiale), la Domus romana di Colle Montescupolo, il Tempio di Giove Toro (età antoniana, II sec.d.C.), commissionato dal patronus Erode Attico all’interno del piano di riurbanizzazione cittadina, mosaico Terme Ferrara(II sec.d.C.) e il Museo Archeologico Nazionale di Palazzo Sinesi.

 

  •  5-6 GENNAIO: Tra natura e archeologia-ore 10.30 e ore 16.00

Itinerario alla scoperta di Canosa tardoantica e medievale. Il percorso comprenderà i seguenti siti: parco archeologico di San Leucio (VI sec.d.C.); Mauseoleo di Boemondo d’Altavilla(XII sec.d.C.); Cattedrale di San Sabino (VI sec.d.C.) e Battistero di San Giovanni (VI sec.d.C.).Per info e prenotazioni è possibile contattare il seguente numero telefonico 333 88 56 300.