Come preannunciato nei mesi scorsi, domenica 17 dicembre 2023, a Canosa di Puglia avrà luogo la storica “1ª Sagra della Sfogliatella”, in dialetto canosino “Sfegghjète” quale dolce tipico locale della tradizione natalizia inserito quest’anno nell’elenco nazionale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali(PAT), istituito dal Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste. La ricetta di questo dolce, tramandata di generazione in generazione, è frutto del risultato di profondi legami vincolanti con fattori quali la tradizione, il territorio e le materie prime, in un mix di storia ed ingredienti di qualità a tal punto da essere considerata come espressione del patrimonio culturale canosino ed ora nazionale. E’ questo un riconoscimento molto importante che esalta uno dei prodotti culinari più caratteristici di Canosa di Puglia e che l’Amministrazione Malcangio ha inteso promuovere e valorizzare in ogni ambito e ad ogni livello.

La “1ª Sagra della Sfegghjète”, dedicata alla Sfogliatella di Canosa di Puglia, in prossimità delle festività natalizie, rappresenta un altro step significativo di promozione del territorio attraverso il quale, le attività poste in essere forniranno opportunità di valorizzazione del dolce attraverso momenti sociali, culturali e conviviali.

Promossa ed organizzata dalla Pro Loco UNPLI Canosa, sotto l’egida del Comune di Canosa di Puglia, dell’Associazione Cuochi e Pasticcieri della Provincia BAT e del Touring Club Italiano, a questa prima storica sagra parteciperanno, fra gli altri, gli studenti e docenti dei “Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera” dell’I.I.S.S. “Einaudi” di Canosa di Puglia ed i rappresentanti di pasticcerie e forni che producono la “Sfegghjète” nel territorio. Tutti i dettagli dell’evento saranno resi noti nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento che avrà luogo martedì 5 dicembre alle ore 11:00 presso l’Aula Consiliare del Comune di Canosa di Puglia. A prendervi parte saranno il Sindaco di Canosa di Puglia Vito Malcangio, l’Assessore alla Cultura Cristina Saccinto, l’Assessore agli Eventi Saverio Di Nunno, l’Assessora alle Attività Produttive Antonietta Cristiani, la consigliera comunale Antonia Sinesi, promotrice del riconoscimento, e il presidente della Pro Loco Elia Marro.

“Finalmente avremo a Canosa la nostra sagra – dichiara il Presidente della Pro Loco Canosa, Elia Marro – una preziosa opportunità per preservare e tramandare le tradizioni culturali alle future generazioni. La “sfegghiète” è un’eccellenza della nostra città e avere per la prima volta un’intera sagra ad essa dedicata è senz’altro un gran passo per ufficializzare la valorizzazione del prodotto.  Molte sono le attività e le famiglie che da sempre producono questo dolce che ad oggi resta poco conosciuto al di fuori del nostro comune. Questa manifestazione punta proprio alla promozione del territorio e dei suoi prodotti tipici. C’è molto fermento e curiosità: siamo certi che i risultati saranno ampiamente positivi”.

“Canosa punta sulla sfogliatella, dolce della tradizione, – spiega l’Assessore alla Cultura Cristina Saccinto – per raccontare il territorio e la propria identità culturale. La sfogliatella ha un forte valore identitario, simbolo del Natale, della condivisione, dell’accoglienza e racconta di tradizioni, storie familiari e generazionali, di identità e peculiarità. Nel tempo i dolci hanno scandito le stagioni in una sorta di calendario del gusto perché simbolo di occasioni speciali, di ricorrenze, feste. Oggi la sfogliatella ci ricorda quella storia, ci fa rivivere e ci permette di assaporarla così come la preparano i panettieri, i pasticcieri ed i fornai che ancora oggi e per tutto l’anno preparano per i nostri concittadini ma anche per i tanti turisti, pellegrini, per tutti coloro che arrivano a Canosa con l’intento di conoscere la città anche per le sue tradizioni e per i suoi sapori culinari e dolciari”.

“La sfogliatella non è solo un dolce – spiega la consigliera comunale Antonia Sinesi che ha curato in prima persona studi e ricerche per l’iscrizione del dolce tipico ai PAT – ma è un viaggio sensoriale che attraversa luoghi della memoria intrisa di emozioni e di ricordi, che ognuno di noi porta dentro il proprio cuore.

“Questa prima sagra – afferma Luciana Doronzo, Vice Console Regionale del Touring Club Italiano – offrirà una rete di contatti e una serie di servizi che permetterà di scoprire la città di Canosa di Puglia, attraverso le visite guidate, il fiore all’occhiello delle nostre attività per i soci. Saranno questi momenti autentici di degustazioni delle sfogliatelle immersi nelle atmosfere natalizie unendo tradizioni, storia, cultura, gastronomia nel segno dell’appartenenza al territorio”.