Sono partiti ieri mattina i lavori di messa in sicurezza del cantiere che dal 2019 interessa il tratto di strada provinciale 2 che tocca la città di Canosa di Puglia e tornato prepotentemente agli onori delle cronache a causa di due incidenti mortali nell’ultimo mese e diversi altri sinistri. Un tratto al centro di una lunga querelle burocratica che sembra aver avuto una accelerata proprio a causa di quanto accaduto nelle ultime settimane. Si sono infittite, infatti, le interlocuzioni tra Provincia BAT, Regione Puglia e ditta appaltatrice per definire la cosiddetta variante in diminuzione per consentire di far ripartire le opere finanziate nel primo stralcio per circa 7 milioni di euro.

Ma la Provincia si è mossa, parallelamente, per il ripristino dell’attuale tracciato che è parzialmente un cantiere aperto. Due provvedimenti sono arrivati la scorsa settimana: un’ordinanza per sistemare i tratti interessati dal cantiere tra cui i due al centro di continui incidenti stradali. Si è partiti proprio dal ripristino della rotatoria che anticipa il ritorno alle quattro corsie verso Cerignola e dalla messa in sicurezza dei new jersey in cemento a margine della strada. Prossima settimana si ripartirà con il ripristino dell’asfalto e saranno messi in sicurezza i canali di scolo delle acque a ridosso della carreggiata. Circa 120mila euro l’intervento che sta eseguendo la ditta titolare dell’appalto per la realizzazione dell’opera principale. In più sono disponibili altri 380mila euro già stanziati a novembre scorso per ulteriori interventi sulla SP2 in quel tratto e che dovrebbero servire a sistemare in particolare l’asfalto in tratti dove è particolarmente ammalorato.

Soddisfazione è stata espressa ieri sera dal Comitato spontaneo per la messa in sicurezza della SP2 nato proprio a seguito della morte del 49enne Antonio Catalano nella notte tra Pasqua e Pasquetta. Dal comitato hanno sottolineato che fino a questo momento gli impegni assunti dalla Provincia BAT si stanno verificando in attesa, tuttavia, che si lavori sulla definitiva messa in sicurezza del tratto stradale.