Graffia tanto l’ Unica Canusium del presidente Andrea D’Amico nella prima uscita play off contro la Pavimaro Molfetta. Alla fine è un 90 – 63, bello, meritato e confortante per il prosieguo di questa coda della stagione decisiva per le ambizioni di Matera, Castellaneta, Molfetta e Canusium. Per un posto lottano in quattro e domenica scorsa è andata in onda solo la prima puntata che ha visto in grande spolvero Matera e soprattutto Unica Canusium che ha giocato una grande partita dal primo all’ultimo secondo disponibile. Saranno partite da dentro o fuori che ha visto grande protagonista Ordine e compagni, molto meno la squadra allenata da Gesmundo, alla fine arrabbiato e deluso per l’inerzia dei suoi bravi giocatori in un partita importante. Ciociola che in settimana ha dovuto gestire diversi problemi (su tutti Pallara e Murolo assenti agli allenamenti di venerdì e sabato) alla fine è soddisfatto per l’atteggiamento e l’approccio alla gara  che sono il marchio di fabbrica del Canusium Basket targato Ciociola. Pubblico delle grandissime occasioni al Pala Pertini di Trinitapoli, teatro della straordinaria stagione della matricola terribile, che indomito per tutta la partita ha incoraggiato e supportato i propri beniamini, restando in assoluto silenzio solo nel minuto di raccoglimento dedicato al grande amico, tifoso e dirigente della squadra ofantina Beppe Cardone, volato purtroppo in cielo prematuramente. Momento di altissima commozione servito per ricordare un grande appassionato come Beppe che continuerà adesso a guardare i suoi ragazzi dalla sua nuvoletta. Partita bellissima dell’Unica Canusium, capace di aggredire gli avversari dai primi minuti con esecuzioni precise dai 6,75 con il marcatore principe  in campionato Ordine e fuori dall’arco di Pallara, Floreani e Murolo. Il Canusium vola nei primi due quarti con gli ospiti,  inermi di fronte alle folate rossoblù, si fanno prendere dal nervosismo e con giocatori molto esperti come Iannelli  e Infante che si caricano subito di molti falli. Gesmundo prova a correggere in corsa la condotta di gara ma è tutto inutile perchè Romano e compagni continuano a tambureggiare i biancorossi andando al riposo lungo con un vantaggio molto largo 51- 27. La furia ofantina non si ferma nemmeno nella seconda parte anche quando il bravo Stella prova a suonare la carica ai suoi compagni di squadra invano perchè ancora Acosta, Ordine e Migliori respingono il ritorno molfettese chiudendo la contesa con un largo 90 – 63. E’ apoteosi finale con il pubblico che saluta festante tutti i protagonisti pur sapendo che  nulla è stato ancora fatto perchè giovedì prossimo alle ore 20,30 al Pala poli di Molfetta si replica per gara 2, dove ci si augura di rivedere un grande spettacolo come quello di domenica scorsa.

UNICA CANUSIUM: Ordine 27; Floreani 13; Murolo 13; Migliori 13; Pallara 9; Acosta 9; Romano 3; Mansi 3; D’Amico 0; Bucciol 0; Di Giulio 0; Diatlov 0. Coach: Gianpio Ciociola.

PAVIMARO MOLFETTA: Stella 14; Duval 12; Infante 11; Iannelli 11; Chiriatti 7; Ippedico 3; Di Donna 3; Kodra 2; Altamura 0; Solimini 0; La Macchia 0; Caniglia 0. Coach : Gesmundo.

FINALE : 90 – 63