Si è accesa una dura polemica sulla notizia diffusa dall’ex consigliere e assessore regionale Andrea Silvestri, oggi presidente di “Io Canosa”, del procedimento che vede indagato tra gli altri il consigliere regionale e capogruppo di FdI Francesco Ventola candidato al parlamento europeo.

Silvestri ha mostrato il documento relativo la richiesta di proroga delle indagini per accertare un’ipotesi di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione elettorale. La notizia era comunque nota da tempo, la richiesta avanzata dal pm Marcello Catalano risale al 2 ottobre 2023 e riguarda un’indagine iniziata a marzo del 2022. Insieme a Ventola sono indagate anche tre persone tra cui il sindaco Vito Malcangio, che aveva confermato la cosa già mesi fa rispondendo a una domanda postagli in consiglio comunale. Anche la proroga dovrebbe essere scaduta e in tal caso trascorsi i tempi tecnici dovranno decidere per l’archiviazione o il rinvio a giudizio.

Da parte sua Francesco Ventola accusa Silvestri di voler gettare fango di non avere nulla da rimproverarsi ed esprime la volontà di denunciare Silvestri per le dichiarazioni rilasciate e l’atto riservato che ha mostrato. Afferma che quello nei suoi confronti è un atto dovuto. Di essere assolutamente sereno e fiducioso nell’operato della magistratura nonché certo che verrà dimostrata la sua assoluta estraneità ai fatti.

Articolo a firma di Roberto Straniero per Telesveva