«Quanto dichiarato dai consiglieri di centrodestra è falso. La maggioranza è solida e non c’è nessuna crisi in atto: il comportamento dell’opposizione è scorretto e irrispettoso, oltre che nei confronti dell’incarico che ricopriamo, anche e soprattutto dei cittadini costretti a fare i conti con dichiarazioni che vanno a distorcere la realtà». Così il consigliere provinciale di maggioranza e vice presidente della Bat Lorenzo Marchio Rossi.

«Il consiglio provinciale odierno – spiega Marchio Rossi – era stato convocato per le 9.30. Premetto, che il presidente Lodispoto aveva ricevuto comunicazione di assenza con relativa motivazione dai colleghi consiglieri di maggioranza Rosa Tupputi e Fabio Capacchione oltre che da Gianni Di Leo dell’opposizione. Alle 10.28 il presidente ha dovuto constatare l’assenza del numero legale necessario per l’approvazione del rendiconto, il tutto con i consiglieri di opposizione intenti a sostare fuori dall’aula».

«Un quarto d’ora dopo però – prosegue il vicepresidente della Bat- in seguito all’arrivo del collega consigliere Fabio Capacchione si è raggiunto il numero utile (7 compreso il presidente Lodispoto) alla discussione della delibera necessaria ai lavori di messa in sicurezza della S.p.2 Andria-Canosa che è stata approvata con 10 voti, compresi quelli dei consiglieri di opposizione Nobile, Vitrani e Calabrese. Questi ultimi, dopo aver sostato a lungo fuori dall’aula, una volta compresa la possibilità di poter strumentalizzare la vicenda, hanno inteso partecipare alla seduta esprimendo il proprio voto favorevole. Successivamente sono stati approvati due debiti fuori bilancio con i consiglieri di opposizione che hanno ratificato solo l’immediata eseguibilità».

«Quanto accaduto quest’oggi denota una chiara scorrettezza nei comportamenti da parte dei consiglieri di opposizione, più intenti a organizzare pessime messe in scena piuttosto che a fornire proposte costruttive e utili al lavoro che, lo vorrei ricordare, svolgiamo a beneficio della comunità. A loro – conclude Marchio Rossi – chiedo di smetterla con manfrine e falsità e di essere più concreti anche perchè, stiano tranquilli, il rendiconto verrà regolarmente approvato la prossima settimana».