«La Giunta Comunale – illustra il sindaco di Canosa, Roberto Morra – ha approvato i primi dieci PUC (Progetti di Utilità Collettiva) in cui saranno coinvolti i percettori del Reddito di Cittadinanza. Con la deliberazione di Giunta approvata ieri Canosa è il primo Comune della BAT ad attivare i PUC e tra i primi in Puglia. Con i Progetti approvati i percettori del RDC potranno prestare la propria opera al servizio della comunità acquisendo nuove conoscenze mediante esperienze formative sul campo. Inoltre obiettivo di questi Progetti è migliorare il livello di vivibilità dell’intera comunità, sviluppando una cultura rispettosa della cura della cosa pubblica».

«Grazie al contributo di tutti gli uffici comunali – ha spiegato Morra – l’Ufficio di Piano, avvalendosi delle risorse umane assunte con il finanziamento PON Inclusione e Fondo Povertà, ha redatto per il Comune di Canosa, i primi dieci Progetti di Utilità Collettiva (PUC) che prenderanno avvio durante il corso del 2020 e potranno essere implementati in futuro».

I Progetti approvati nel dettaglio sono:
• “Un occhio vigile”: prevede il supporto al Servizio di Polizia Municipale;
• “Canosa pulita”: supporto alle attività di cura e pulizia della città;
• “Scuole in manutenzione”: supporto alle attività di piccola manutenzione nelle scuole;
• “Manutenzione in città”: supporto alle attività di manutenzione di aree ed edifici pubblici;
• “Promuoviamo la nostra città”: supporto alla realizzazione grafica di materiale informativo;
• “Verde in città”: supporto alle attività di manutenzione dei parchi e dei giardini pubblici;
• “Diamoci una mano”: supporto alle attività di segreteria dell’Ufficio Servizi Demografici;
• “In biblioteca”: supporto alle attività di Back e Front Office della Biblioteca;
• “Sosteniamo la cultura”: supporto al lavoro del personale dell’Ufficio Cultura;
• “Apriti!”: supporto al lavoro del personale degli Uffici delle Politiche Sociali e dell’Ufficio di Piano.

«Grazie a questi progetti prevediamo di impiegare circa 300 percettori del Reddito di Cittadinanza che saranno sostituti al termine del loro beneficio con altri cittadini percettori del RDC. Nei prossimi giorni – conclude il sindaco Morra – sarà pubblicata la manifestazione di interesse per gli enti del Terzo Settore che intendano avvalersi dei percettori del RDC per le loro attività».