Impresa Sangalli: «Nessuna messa in mora dell’ARO, solo un sollecito»

Impresa Sangalli: «Nessuna messa in mora dell’ARO, solo un sollecito»

Nota della ditta dopo il comunicato stampa del Comune di Canosa

E’ attraverso una nota ufficiale che la ditta Sangalli, appaltatrice del servizio di raccolta dei rifiuti nella Città di Canosa, ha risposto al comunicato inviato stamane dal Comune di Canosa con le preoccupazioni del Sindaco Roberto Morra sulla situazione economica dell’ARO.

«L’impresa Sangalli, in merito al comunicato stampa diffuso dal Comune di Canosa e titolato “L’Impresa Sangalli mette in mora l’Unione dei Comuni ARO 2 BT. Le preoccupazioni del sindaco di Canosa, Roberto Morra”, precisa che la lettera inviata all’Unione dei Comuni ARO 2 BT non implica in alcun modo la messa in mora dell’Unione dei Comuni stessa, bensì si tratta di un sollecito di pagamento di 5 fatture, per complessivi 1milione 61mila euro, relative a servizi già svolti».