Giovanni Bovio cittadino onorario di Canosa: ritrovata pergamena a 115 anni dalla morte

Giovanni Bovio cittadino onorario di Canosa: ritrovata pergamena a 115 anni dalla morte

Scoperta dell’associazione Progetto Bovio con l’esperto di Storia locale Giuseppe Di Nunno

L’attività di studio e di ricerca promossa dall’associazione culturale Progetto Bovio continua a produrre i propri frutti. Nella giornata del 15 aprile, nella quale ricorre il 115° anniversario della morte di Giovanni Bovio, detta associazione si onora di rendere pubblica una delle ultime scoperte relative all’interesse che il noto filosofo dell’Ottocento ha suscitato all’interno del territorio nazionale.

«Si è scoperta l’esistenza della preziosa bozza di una pergamena, commissionata dal Comune di Canosa – scrivono dall’associazione Progetto Bovio – con la quale si conferiva la cittadinanza onoraria all’onorevole Giovanni Bovio, nell’anno 1892, come è emerso dalle ricerche storiche dell’esperto di Storia locale Giuseppe Di Nunno, che abbiamo incontrato a Canosa nella sede del Museo dei Vescovi. Lo stesso storico, impegnato ad approfondire la lettura iconografica ed epigrafica della pergamena, ha evidenziato la valenza culturale della pergamena che rappresenta il glorioso passato della Canusium di epoca ellenistica e romana.

«Dall’attenta osservazione della pergamena traspare la meticolosità con la quale il suo autore approccia al lavoro. Una copia della bozza è divenuta parte integrante del Museo Itinerante Giovanni Bovio, in attesa di essere svelata alla storia. La pergamena, di cui si pubblica un dettaglio, sarà mostrata al pubblico il 1° settembre 2018, in occasione della cerimonia di premiazione della 3° edizione del Premio Nazionale Giovanni Bovio, che avverrà a Trani, presso Palazzo San Giorgio».