Agricoltura, Ventola (DIT): «Ai terreni di Loconia serve l’acqua»

Agricoltura, Ventola (DIT): «Ai terreni di Loconia serve l’acqua»

Una lettera del consigliere regionale di Direzione Italia: «La Regione deve garantire le risorse fino a novembre»

«In attesa di coprire la spesa con l’assestamento di Bilancio di fine ottobre, si diano garanzie al Consorzio di Bonifica sulle risorse finanziarie necessarie. Nei terreni di Loconia si producono prodotti d’eccellenza, ma senza un adeguato servizio irriguo (ACQUA) il duro lavoro dei campi diventa inutile e un intero settore rischia il collasso. Per questo ho scritto urgentemente al presidente e Assessore Regionale all’Agricoltura, Michele Emiliano, e anche agli altri enti interessati: Autorità di Bacino della Puglia, Ente per lo Sviluppo dell’Irrigazione e la Trasformazione Fondiaria in Puglia, Lucania ed Irpinia, Consorzio di Bonifica Terre d’Apulia». Il consigliere regionale di Direzione Italia, Francesco Ventola, scrive una lettera sulla vicenda direttamente al presidente ed assessore all’Agricoltura Michele Emiliano.

«Nella lettera ho evidenziato che a fronte anche dell’andamento climatico attualmente caratterizzato da scarsità di piogge e temperature superiori alle medie stagionali, è indispensabile poter assicurare la continuità del servizio irriguo – la cui interruzione è prevista alla prima decade di questo mese – al fine di non compromettere le produzioni in essere. Non solo, visti i danni subiti nella scorsa annata agraria, siamo in presenza di una annata di carico che più facilmente verrebbe penalizzata dalla scarsità d’acqua se si pensa alle colture olivicole. Per questo ho chiesto a Emiliano di voler assicurare la continuità del servizio fino al mese di novembre garantendo la necessaria copertura finanziaria nei confronti del Consorzio di Bonifica per tali attività straordinarie. Conosco bene le iniziative in corso per la copertura della spesa con l’Assestamento di Bilancio che però sarà oggetto di discussione a fine ottobre. Pertanto, nelle more degli adempimenti formali, si rende necessario fornire ogni garanzia sulle necessarie risorse finanziarie che consenta l’operatività del soggetto gestore».