Il Consiglio dell’Unione dei Comuni che compongono l’ARO 2 BT, ha preso atto dello scioglimento dell’Unione ARO 2 BT per intervenuto recesso da parte dei comuni che lo compongono a seguito delle deliberazioni dei singoli Consigli Comunali. La successiva Giunta ha deliberato la nomina del commissario liquidatore che dovrà adempiere alle procedure contabili necessarie alla liquidazione, individuato nel Direttore Generale dell’Ager Puglia avv. Gianfranco Grandaliano.

La nuova modalità di associazione tra i comuni che compongono l’ARO 2 BT è stata individuata nella convenzione ex art. 30 del TUEL e pertanto sono in via di definizione le procedure necessarie alla sua costituzione. «Si conclude così – spiega il sindaco di Canosa, Roberto Morra –  l’esperienza dell’Unione dei Comuni nata nell’ottobre 2013 per poter esercitare in forma associata le funzioni ed i servizi del ciclo integrato dei rifiuti urbani ed assimilati, relativi alle fasi di spazzamento, raccolta, trasporto e servizi annessi. A seguito della costituzione dell’Unione fu indetta una gara d’ambito per la gestione del ciclo dei rifiuti sulla base di un piano industriale che in questi anni ha presentato molteplici criticità non ultima la farraginosità delle procedure sanzionatorie per i disservizi riscontrati che non sempre si è dimostrata efficace».

«La nuova forma associativa, la convenzione, permetterà diversi risparmi sul fronte dei costi in quanto i servizi del ciclo integrato dei rifiuti dei quattro comuni verranno affidati ad un’unica impresa individuata attraverso una procedura di gara di respiro europeo. Inoltre la convenzione permette risparmi anche sul costo del personale in quanto non verranno assunti nuovi dirigenti ma verrà utilizzato personale in forza ai quattro comuni. Infine ogni comune avrà il diretto controllo sulla qualità del servizio e potrà sanzionare direttamente eventuali disservizi che dovessero riscontrarsi».

«Per quel che riguarda il Comune di Canosa è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando della “gara ponte” per l’affidamento dei servizi del ciclo integrato dei rifiuti che avrà la durata di due anni nelle more dell’espletamento della gara d’ambito. Il termine di ricevimento delle offerte è fissato al 28 agosto mentre il 2 settembre si procederà all’apertura delle buste. Grazie al piano industriale redatto per questa gara – conclude il sindaco di Canosa – contiamo di aumentare sensibilmente le percentuali di raccolta differenziata con l’obiettivo di raggiungere obiettivi importanti».