Giornata diocesana per la Custodia del Creato

Giornata diocesana per la Custodia del Creato

Venerdì 20 settembre, ecco il programma

«Fenomeni come i cambiamenti climatici, lo sfruttamento sregolato delle risorse naturali del nostro pianeta, lo smarrimento del legame profondo tra ambiente e persona, -afferma don Michele Pace direttore dell’Ufficio di Pastorale sociale e lavoro, giustizia, pace e salvaguardia del creato –sta portando a una perdita di tutta una ricchezza che caratterizza la vita soprattutto in un alcune aree della Terra».

Per tale ragione l’Ufficio di Pastorale sociale e lavoro, giustizia, pace e salvaguardia del creato, l’Ufficio per la Pastorale della salute, l’Ufficio per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso e la Caritas diocesana hanno organizzato una giornata di riflessione sui diversi aspetti della biodiversità in relazione al nostro territorio.

Venerdì 20 settembre 2019.

Ore 15.45: Partenza pullman da Andria, Canosa e Minervino

Ore 16.30: “Alta Murgia: tra tutela e valorizzazione”

Prof. Pietro Castoro, Centro studi Torre di Nebbia

c/o Parrocchia Sant’Isidoro Montegrosso

Ore 17.45: “Buone prassi di custodia della biodiversità”

Visita all’azienda agricola “Conte Spagnoletti-Zeuli”,

con degustazione di alcuni prodotti locali.

Ore 18.45: Spostamento in pullman verso Andria

Ore 19.00: “Una Chiesa attenta alla tutela del territorio”

Mons. Antonio Di Donna, Vescovo di Acerra.

c/o Istituto agrario “Umberto I” – Andria

Ore 20.30: Preghiera ecumenica

Presieduta dal nostro Vescovo Mons. Luigi Mansi

e da P. Stefan Catalin Andronache

parroco romeno di San Clemente a Trani

c/o Basilica Madonna dei Miracoli – Andria

Sarà possibile raggiungere i luoghi indicati dal programma o attraverso mezzi propri o attraverso i pullman messi a disposizione dalla Diocesi. Per la prenotazione dei pullman è necessario dare la propria adesione entro e non oltre il 13 settembre ai seguenti numeri:

don Michele Pace: cell. 3478521984 (Per Minervino e Canosa)

don Domenico Francavilla: cell. 3284517674 (Per Andria)

oppure scrivere a: pastoralesociale@diocesiandria.org