Se la vittoria di Manfredonia aveva dato connotati diversi alla classifica del campionato di Eccellenza soprattutto in ottica salvezza, la sconfitta maturata fra le mura amiche del “S.Sabino” contro il Trinitapoli per 1-2, ributta il Canosa in una situazione di certo non di confort facendo maturare così l’undicesima sconfitta stagionale.

Nonostante le assenze di tre perni fondamentali come Konè, Loseto e il portiere Taborda, sono proprio i padroni di casa a passare in vantaggio dopo appena cinque giri di lancette grazie alla prima marcatura all’ombra dell’Ofanto di Siclari che servito in profondità insacca con un preciso diagonale per l’1-0. I ragazzi di mister Scaringella però, reduci dal sonoro 5-1 rifilato all’Unione Calcio Bisceglie, non si demoralizzano e al 19′ pareggiano i conti grazie alla marcatura di Djedje. Ad inizio secondo tempo, è invece Stefanini a mettere a referto l’1-2 trasformando un calcio di rigore alquanto dubbio che decreterà di fatto la sconfitta di una compagine, quella ofantina, in piena lotta per non retrocedere.

I risultati di giornata vedono in testa alla classifica continuare la lotta a due per la promozione con il Corato vittorioso 0-2 a domicilio dell’Unione Calcio Bisceglie e il Barletta imporsi per 1-5 sul campo del fanalino di coda Vigor Trani. In zona retrocessione, importante si rivela l’affermazione casalinga del Borgorosso che si impone 2-1 sull’Orta Nova mentre termina sul 2-2 l’incontro fra Real Siti e Manfredonia. In testa conduce sempre il Barletta con 49 punti, seguito in seconda posizione dal Corato a quota 46. Più staccate il Città di Mola con 31 punti e il Trinitapoli a 30. In coda, sempre più compromesse appaiono le posizioni di Trani e San Marco, rispettivamente ultima e penultima, precedute dal duo Borgorosso Molfetta- Canosa a quota 17 punti, dal Real Siti a 18 e dall’Orta Nova a 21. Prossimo incontro per i rossoblù del tecnico Gino Zinfollino domenica 20 febbraio quando saranno di scena contro la capolista Barletta nel derby della Bat.