Non smette di sorprendere il Canosa del tecnico Gino Zinfollino che trova la quarta vittoria consecutiva imponendosi fra le mura amiche del “San Sabino” per 2-1 sul Città di Mola, terza forza del raggruppamento. I padroni di casa, in formato deluxe, riescono ad avere la meglio della compagine barese grazie ad un’ottima prestazione collettiva di sostanza e qualità. Zinfollino orfano dell’attaccante Luigi Rana schiera i suoi con il collaudato 3-4-3. In mediana torna Partipilo mentre la vera novità è rappresentata dall’under Mattia Patruno, alla sua prima gara da titolare: trio d’attacco composto invece da Kone, Caputo e Loseto. Risponde Castelletti con il 4-4-2: Santoro e Raia gli esterni di centrocampo, Lopez e Cianci i principali terminali offensivi.

Dopo una prima fase di studio, è il Canosa ad aprire le danze al 9′ con il tiro di Cepele respinto da Leuci mentre al 18′ mister Zinfollino è costretto ad operare il primo cambio con Asselti al posto dell’infortunato Sanè. Il Città di Mola si rende raramente pericoloso dalle parti di Taborda e al 24′, direttamente dagli sviluppi di calcio di punizione, è Loseto a provarci ma il suo tentativo viene murato dalla difesa molese. Al 30′ ecco la svolta: prepotente discesa di Konè da sinistra, scarico per l’accorrente Loseto che una volta arrivato al limite dell’area lascia partire un sinistro che buca Leuci per l’1-0. La rete dello svantaggio scuote però i biancazzurri che provano ad affacciarsi in area ofantina al 35′ con la punizione di Cianci respinta dalla barriera. Immediata replica del Canosa con Konè in profondità per Caputo ma il suo tentativo a rete viene murato. In conclusione di frazione, si sveglia dal torpore il Città di Mola: prima è Lopez di tacco a cercare la via della rete con la palla deviata in angolo, poi è Daniele, in pieno recupero, a trovare il pari ribadendo in rete il suo precedente colpo di testa respinto dalla traversa per l’1-1 che manda le squadre al riposo.

Il gol del pari non destabilizza i padroni di casa che nella ripresa sprintano nuovamente meglio. Al 52′ un ispirato Konè cerca la soluzione dal limite, para l’estremo difensore ospite che nulla può, però, tre minuti più tardi: traversone di Loseto e tocco vincente di Caputo che porta i suoi sul 2-1 fra l’entusiasmo del folto pubblico di casa accorso al “San Sabino”. Il Canosa spinge ancora sull’acceleratore e Leuci è provvidenziale nel respingere il tiro dal limite di Konè. Replica del Città di Mola, cross di Fiorentino e intervento a mano aperta di Taborda con una corta respinta su cui Bonasia fallisce un comodo tap-in da due passi. Il pericolo corso spaventa i ragazzi di Zinfollino che amministrano la contesa sfiorando ancora il gol con Caputo al 67′ su invito di Loseto e poi nei minuti di recupero, al 93′, con Konè dopo un contropiede ben orchestrato. L’ultima azione del match è di marca ospite con il colpo di testa di Diagne su punizione di Fiorentino che si spegne sul fondo. Al fischio finale è festa per il Canosa che inanella il quarto risultato utile consecutivo e continua la risalita in graduatoria. Prossimo impegno domenica 5 dicembre in trasferta contro il Real Siti. Tornerà a giocare in casa, invece, il Città di Mola che ospiterà l’Orta Nova di mister Agnelli.