E’ tempo di bilanci per il Canosa Calcio del presidente Giuseppe Tedeschi che di ritorno nel massimo campionato regionale dopo 24 anni, ha contrapposto ad un inizio alquanto deludente con tanto di ultimo posto in classifica una seconda parte di girone d’andata decisamente migliore grazie ai sei risultati utili consecutivi. Quattro vittorie, due pareggi ed una sola sconfitta, quella fin troppo severa ottenuta fra le mura amiche dell’Unione Calcio Bisceglie, hanno contraddistinto le ultime uscite stagionali dei rossoblù chiamati fin dall’inizio del nuovo anno a confermare risultati e progressi al cospetto del Corato, seconda forza dell’Eccellenza. Allo stato attuale dei fatti, sognare la salvezza diretta non sarebbe utopistico ma a questo proposito, sarà l’inizio del 2022 caratterizzato da un calendario non facile a dare maggiori risposte.

«Penso che l’attuale situazione è praticamente quella che ci eravamo preventivati con la dirigenza», ha dichiarato il tecnico dei rossoblù Gino Zinfollino. «Totalizzare quattordici punti in dieci gare, se si considera la disastrosa situazione iniziale a livello di rosa e classifica, non era assolutamente facile. Essere partiti in ritardo – spiega l’ex allenatore del Città di Mola – sottovalutando al contempo la categoria ha influito molto sul rendimento iniziale ma l’esperienza maturata in questi campionati abbinata ad innesti mirati, mi ha permesso di rimettere ordine in tutto e per tutto».

Analizzato quanto successo in questa prima parte di stagione, l’attenzione del tecnico andriese si è poi spostata sul futuro, sia a lungo che a breve termine. «Certo, non abbiamo fatto ancora niente ma come da programmi l’obiettivo alla sosta natalizia era quello di rientrare in corsa per la salvezza così da avere la possibilità di fare ulteriori valutazioni sia al fine ultimo di conservare la categoria, sia in ottica futura per porre, perchè no, le basi per qualcosa di più importante per la prossima stagione». La chiosa finale è invece per i tifosi, da sempre presenti al seguito della squadra. «Colgo l’occasione – conclude Zinfollino – per augurare a tutta la famiglia rossoblù, ai nostri tifosi e simpatizzanti un sereno Natale e un 2022 pieno di soddisfazioni».